All’Officina Matteucci i versi di Amelia Rosselli

0 Posted by - 20 Aprile 2019 - Notizie

VENERDI 26 APRILE, ORE 19 // OFFICINA MATTEUCCI (C.so Mazzini 62)

LA LIBELLULA, panegirico della libertà
di Amelia Rosselli
Voce: Virginia Morini
Musica: Lorenzo Travaglini

La libellula è il poemetto con cui Amelia Rosselli rivelò, nel 1958, la propria potenza visionaria e musicale. Costruito intorno all’ambiguo rapporto tra una figura femminile ed una maschile, il testo scorre in maniera fluviale tra citazioni poetiche (Campana, Rimbaud) e sperimentalismo linguistico. La giovane Rosselli, studiosa di musicologia e padrona di diverse lingue, dà vita ad un furioso improvviso per voce che tocca le diverse pieghe dell’espressione, in bilico fra tensione liberatoria e cortocircuito letterario: «Il titolo “La libellula” – scrive l’autrice in una nota aggiunta all’edizione dell’85 – vorrebbe evocare il movimento quasi rotatorio delle ali della libellula, e questo in riferimento al tono piuttosto volatile del poema. La libellula può anche ricordare le parole “libello”, “libertà”: infatti il poema ha come tema centrale la libertà, e il nostro, e mio, “libellarla”. Il poema è concepito anche in forma di drago che si mangia la coda; fine e principio dovrebbero infatti congiungersi, se il poema viene letto scioltamente, intuitivamente». L’evento è una nuova tappa della collaborazione tra Officina Matteucci e Independent Poetry, con cui si intende sperimentare un percorso di lettura poetica performativa in stretta relazione con la musica.

Ingresso: 5 euro
Apertura: ore 19
Inizio: ore 19.30
Posti limitati, raccomandata la prenotazione al 346 3301503 (Michele) o 335 7121643 (Monica)

 

 

No comments

Leave a reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi