Alessandro Assiri

20 Posted by - 5 Novembre 2020 - Q.B. quanto basta

Alessandro Assiri
Rassegna POETRY 2017
 


inedito

e passerà ti dicevo questo andare, questo freddo che ho sentito uscendo
ma tu non guardare i miei piedi che vorrebbero continuare ad avere buone idee
guarda le mani adesso che ti tocco molto più nuda di ieri
senza lo specchio che ci copriva o la tua lingua di cui non capivo una parola
ma mi teneva occupato, come occupato può essere soltanto
chi della Dickinson non ha mai capito niente se non che si può restare vuoti
tranquillamente da seduti
 
 
*

da: Appunti di un falegname senza amici
(Lieto Colle, 2013)
 

il mio sud è qualcosa in discesa 
consuma più storia di quella che produce
ha un ginocchio per la morte
un triciclo per l’amore 
e qui lo sai si trova casa in fretta 
senza esagerare con le linee troppo chiare
scendevo a patti con i tuoi inviti 
con la ferocia della caccia e col letto da bagnare

 


Dello stesso autore vedi anche:

 

 

No comments

Leave a reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi